CHIRURGIA CHERATOCONO2017-06-16T15:22:18+00:00

CHIRURGIA CHERATOCONO

Il cross-linking corneale standard è una terapia per il cheratocono che rende la cornea più rigida stimolando la formazione di legami tra le fibre collagene, per impedire lo sfiancamento e la successiva perforazione.

Cross-linking standard

Si tratta di un trattamento che non è doloroso, poco invasivo e di durata inferiore ad un’ora. Consiste nel far reagire una sostanza fotosensibile, la riboflavina o vitamina B2, con la luce ultravioletta. Al paziente è instillato dapprima un collirio che fa stringere la pupilla, successivamente si applica un secondo collirio anestetico. Viene rimosso lo strato epiteliale che ricopre la cornea e poi si imbibisce la cornea con la riboflavina, ripetendo l’operazione ogni 3 minuti per circa un quarto d’ora. In questo modo si ha la certezza che la cornea abbia assorbito bene la sostanza. Successivamente si irradia per 30 minuti la cornea con i raggi UV continuando a ricoprire la cornea con la soluzione di riboflavina. Al termine del trattamento si copre la cornea trattata con una lente a contatto protettiva lasciandola per 3-5 giorni fino alla completa riepitelizzazione.

Cross-linking transepiteliale

La tecnica di cross-linking transepiteliale si effettua senza la rimozione dell’epitelio corneale, che è quel sottile strato di cellule che riveste la cornea. La riboflavina utilizzata con questa tecnica contiene particolari molecole che consentono alla riboflavina di penetrare all’interno della cornea e attraversare lo strato epiteliale. Si tratta di un trattamento non invasivo e molto ben tollerato dal paziente. Dopo una prima fase in cui la cornea deve assorbire la riboflavina somministrata ripetutamente dall’oculista sotto forma di collirio, si applica uno strumento per mantenere l’occhio aperto (blefarostato). Dopodiché si irradia l’occhio con raggi ultravioletti a bassa intensità (non sono dannosi per l’occhio) per circa 30 minuti ad intervalli di 5 minuti.

Il sistema Avedro KXL®

Il cross-linking è una procedura chirurgica oftalmica che combina l’uso di luce ultravioletta, in modalità sia continua sia pulsata, con l’applicazione di gocce di riboflavina. Durante l’intervento, la riboflavina viene instillata sulla cornea e quindi esposta alla luce UV. La luce induce la fluorescenza della riboflavina, che, a sua volta, determina la reticolazione (cross-linking) del collagene, in virtù della formazione di legami tra le sue molecole.

L’innovativo sistema Avedro KXL® consente una procedura di cross-linking accelerata, che viene eseguita in pochi minuti, invece che in un’ora, come avviene utilizzando i metodi tradizionali. Recentemente, molti studi hanno sottolineato l’importanza della procedura di cross-linking del collagene nel trattamento del cheratocono, una rara malattia progressiva della cornea, e dell’ectasia corneale, una delle più gravi complicanze della procedura LASIK.